Cucinando s’impara… I Semi di Girasole

RUBRICACucinando… si impara” di Danilo Caporaletti

I SEMI DI GIRASOLE

I semi di girasole sono ricchi di sostanze benefiche per la salute del nostro organismo, tra cui gli acidi oleico e linoleico, ferro, magnesio, zinco, selenio, triptofano e moltissime vitamine (gruppo B ed E).

 

In questi giorni si iniziano a notare i bei colori accesi dei campi coltivati a girasole (Helianthus annus). I frutti di questa pianta, chiamati impropriamente semi, trovano largo impiego in produzioni industriali e alimentari. Dal punto di vista nutrizionale, vengono utilizzati al naturale oppure sotto forma di olio.

Per mantenere inalterate le proprietà nutrizionali, consiglio di consumare i semi crudi o leggermente tostati; per quanto riguarda l’olio, bisogna scegliere prodotti ottenuti per spremitura a freddo, limitandone comunque il consumo per l’elevato apporto di omega-6: consiglio di utilizzare preferibilmente l’olio extravergine di oliva per condire.

Sia che si acquistino i semi che l’olio, meglio optare per prodotti biologici, al fine di avere la certezza che i fiori non siano stati trattati mediante l’impiego di pesticidi.

I semi di girasole sono ricchi di sostanze benefiche per la salute del nostro organismo, tra cui gli acidi oleico e linoleico, ferro, magnesio, zinco, selenio, triptofano e moltissime vitamine (gruppo B ed E).

Grazie alla loro composizione in nutrienti, sono numerose le proprietà benefiche di questi semi:

Antiossidanti e antinfiammatori: l’elevato contenuto di Vitamina E garantisce il contrasto della formazione di radicali liberi responsabili dell’invecchiamento e dell’ossidazione delle cellule; inoltre conferisce elevate proprietà antinfiammatorie, aiutando a ridurre i sintomi di malattie come l’artrite e le infiammazioni articolari.

Regolazione della colesterolemia: gli acidi oleico e linoleico e gli steroli vegetali aiutano a contrastare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue con conseguenti benefici all’apparato cardiovascolare.

– Supporto in gravidanza e in menopausa: ricchi di acido folico, essenziale per il corretto sviluppo del feto. La presenza di magnesio e rame è importante per la salute delle ossa, molto importante durante la menopausa.

– Miglioramento dell’attività intestinale: grazie alla presenza delle vitamine del gruppo B, che permettono di assimilare in maniera ottimale i cibi assunti, e alle fibre utili nel regolarizzare il transito intestinale.

Prevenzione di tumori: è stato dimostrato che il selenio, presente in buone quantità nei semi di girasole, aiuti nella riparazione del DNA e nella sintesi delle cellule danneggiate.

– Utili nel calmare ansie, tensioni e mal di testa: il triptofano e il magnesio aiutano a rilassare il sistema nervoso e a calmare l’organismo, aiutando anche in caso di mal di testa.

I semi di girasole possono essere di tre differenti colori, caratterizzati da una diversa concentrazione di elementi nutritivi:

bianchi: molto ricchi di acido linoleico (precursore degli Omega-6);

neri: elevate percentuali di ferro, manganese, zinco e molto ricchi di fibre alimentari;

striati: ricchi di elementi utili per la regolarità intestinale.

 

I semi di girasole sono molto versatili in cucina, adatti a numerose preparazioni: nelle insalate, per arricchire primi piatti a base di pasta o cereali a chicco, aggiunti allo yogurt, nella preparazione di muesli e di barrette energetiche, nella panificazione (aggiunti all’impasto di pane, panini, crackers,…) e nella preparazione di dolci.

Come altri semi e la frutta secca, i semi di girasole sono adatti alla preparazione di gustose creme, da utilizzare in purezza spalmate su del buon pane integrale, o come condimento di pasta e cereali.

CREMA DI SEMI DI GIRASOLEcrema semi di girasole

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

100 gr di Semi di girasole

1 mazzetto di Prezzemolo

1 spicchio d’Aglio (facoltativo)

Peperoncino fresco o 1 cucchiaino di Peperoncino in polvere

Olio extravergine di oliva o olio di girasole spremuto a freddo q.b.

Sale marino integrale q.b.

 

PREPARAZIONE

Per preparare questa crema consiglio di mettere il mixer e le lame in congelatore almeno un’ora prima della preparazione. Inoltre tenere i semi di girasole in frigorifero. Questi accorgimenti eviteranno il surriscaldamento delle lame preservando i nutrienti contenuti nei semi di girasole. Mettere nel mixer tutti gli ingredienti tranne l’olio e tritate a scatti per qualche minuto, fino a ottenere una polvere. Quindi continuare a frullare aggiungendo l’olio a filo, fino a ottenere un composto cremoso.

Questo condimento va utilizzato a crudo, come qualsiasi pesto, aggiungendo anche dei semi di girasole leggermente tostati.

Conservare in frigorifero e consumare entro 2-3 giorni in quanto la crema si ossida facilmente.

 

A piacere si può aggiungere a questa crema dei pomodori secchi o delle olive, in modo da conferirle un gusto più deciso.

Leggi gli altri articoli della rubrica “Cucinando… si impara”

[yikes-mailchimp form=”1″ title=”1″ description=”1″ submit=”Iscriviti ora”]