Cucinando s’impara… Le Arachidi

RUBRICACucinando… si impara” di Danilo Caporaletti

LE ARACHIDI

L’arachide (Arachis hypogaea) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Fabacee (o Leguminose); quindi le arachidi sono dei legumi. La pianta di arachide è originaria del Sud America, dove veniva coltivata già in epoca precolombiana. Attualmente le maggiori coltivazioni sono in Africa e Asia, ma è diffusa in tutti i paesi con clima caldo.nocciole sono il frutto dell’albero del nocciolo, appartenente alla famiglia delle Coryloideae.

I semi di arachide vengono chiamati in diversi modi: spagnolette, noccioline americane, bagigi, scachetti, cecini, galette, marchesini,…. Sono ampiamente utilizzati per l’alimentazione animale e umana, e sono consumati in varie forme: semi integri, tostati, salati, farina, burro e olio. L’olio di arachide è indicato nelle fritture, in quanto ha un elevato punto di fumo, che gli conferisce buona resistenza alle alte temperature.

Le arachidi contengono circa il 25 % di Proteine, il 4 % di Carboidrati, il 49 % di Grassi e l’8 % di Fibre alimentari. Per quanto riguarda i Minerali, si ha un buon contenuto di calcio, sodio, fosforo, potassio, ferro, magnesio, zinco, rame, manganese e selenio. Le Vitamine presenti in maggiori quantità sono: E, J e vitamine del gruppo B.

Le arachidi, pur essendo legumi, hanno un elevato contenuto in lipidi, per cui vanno consumate con moderazione. Inoltre vanno acquistati i prodotti con baccello (evitare le noccioline sgusciate, tostate e salate), che dovranno essere integri, croccanti e di bell’aspetto: questo è importante in quanto le arachidi sono un alimento a rischio aflatossine, sostanze di origine microbica altamente cancerogene e tossiche. Inoltre se i semi appaiono alterati (scuri, ricoperti da una polvere grigiastra) non vanno consumati.

Adottando queste precauzioni, consiglio di inserire nella propria dieta questi legumi in quanto, oltre a essere particolarmente gustosi, contengono interessanti proprietà nutrizionali:

– Benessere apparato cardiovascolare: grazie al contenuto in grassi monoinsaturi e in sostanze antiossidanti come il resveratrolo, utili nella regolazione dei livelli di colesterolo nel sangue.

– Contrasto invecchiamento: la presenza di antiossidanti è utile anche nel contrastare la formazione di radicali liberi, limitando in questo modo i processi di invecchiamento cellulare.

– Prevenzione cancro e Alzheimer: secondo alcuni studi il consumo di arachidi riduce il rischio di alcuni tipi di tumore, in particolare al colon; inoltre la presenza di niacina (vitamina B3) sembrerebbe utile nella prevenzione dell’Alzheimer.

– Menopausa: le arachidi contengono elevate quantità di genisteina, un isoflavone con effetti benefici sulla sindrome premestruale, e utile nel contrastare alcuni disturbi associati alla menopausa come le vampate di calore.

 

Le arachidi sono alimenti allergizzanti, quindi bisogna somministrale con attenzione durante lo svezzamento, evitando anche un loro consumo eccessivo: fare attenzione alle etichette dei prodotti acquistati, in quanto le troviamo spesso nella composizione di cibi industriali. Tali accorgimenti sono importanti in quanto negli ultimi anni, con l’incremento dell’utilizzo di arachidi nell’alimentazione umana, è aumentata anche la percentuale dei casi di allergia.

Veniamo alla ricetta di oggi: vi indicherò come preparare a casa il burro di arachidi, un prodotto molto utilizzato in America e meno diffuso in Europa. Rispetto ai prodotti in commercio, a cui spesso vengono aggiunti grassi di scarsa qualità, conservanti e dolcificanti, il burro fatto in casa è un prodotto migliore, a patto che vengano utilizzati ingredienti di qualità. Lo consiglio soprattutto agli sportivi, in quanto è un alimento molto energetico: ottimo spalmato semplicemente su fette di pane tostato, oppure utilizzato per condire creme e zuppe di legumi, o come sostituto del burro nella preparazione di dolci.

 

BURRO DI ARACHIDI

burro di arachidi

INGREDIENTI

250 gr di arachidi sgusciate

2 cucchiaini di olio extravergine d’oliva

1 pizzico di sale

1 cucchiaino d’acqua (se necessario)

 

PREPARAZIONE

Tostare le arachidi sgusciate in forno a 170°C per circa 5 minuti. Farle intiepidire, quindi versarle nel mixer: man mano che frullate, vedrete che prima otterrete una polvere, poi continuando si otterrà un composto più cremoso. Avere l’accortezza di raccogliere il prodotto se si accumula nei bordi del mixer, riportandolo al centro. Alla fine, ottenuto un composto cremoso, aggiungere l’olio e, solo se il composto fosse troppo denso, unire anche un cucchiaino di acqua. Una volta ottenuta la giusta consistenza, aggiungere un pizzico di sale solo se vi piace smorzare il gusto dolce delle arachidi.

Versare in un vasetto di vetro e conservare in frigorifero: consumare entro una settimana.

Leggi gli altri articoli della rubrica “Cucinando… si impara”

[yikes-mailchimp form=”1″ title=”1″ description=”1″ submit=”Iscriviti ora”]