Amicosmetico – Produciamo un deodorante naturale

Oli essenziali 1di Monia Bertacchini

Riprende la nostra scuola di “cucina cosmetica” … con una ricetta semplice ma versatile.

Molte persone hanno difficoltà nel trovare il giusto deodorante, e spesso l’uso prolungato del medesimo prodotto porta ad irritazioni e gonfiori della zona ascellare.

E’ infatti ben noto il problema dei Sali di alluminio che compongono la maggior parte dei deodoranti in commercio, in particolare l’alluminio cloridrato.

Anche se presente in concentrazioni davvero basse, l’uso prolungato può provocare irritazioni. Vi sono inoltre molti studi scientifici che ipotizzano che questo specifico sale d’alluminio sia un potenziale cancerogeno.

“ ..Per uno dei composti presenti in molti deodoranti come antitraspirante, il cloridrato di alluminio, sono stati ipotizzati una tossicità ed un potere cancerogeno, specificatamente per alcune tipologie di cancro al seno. L’alluminio infatti è tossico nei confronti del DNA; i sali di cloruro e cloridrato di alluminio potrebbero interagire con i recettori degli estrogeni nelle cellule mammarie regolando l’espressione di alcuni geni. Gli studi clinici effettuati finora, tuttavia, non hanno evidenziato alcuna significativa correlazione tra uso di deodoranti o antitraspiranti e cancro della mammella”

cit. Wikipedia

Altro discorso vale per l’allume di rocca, un minerale naturale, (sale solfato di potassio e alluminio inglobante 12 molecole d’acqua), presente in tantissimi deodoranti naturali. Le opinioni su questo sale sono molto discordanti anche tra gli esperti. Dermatologicamente non presenta controindicazioni e ad oggi è tra i rimedi naturali più utilizzati e più efficaci. Eventuali ipotesi di tossicità non hanno ad oggi fondamento scientifico.

bicarbonatoLa ricetta del nostro deodorante naturale, si basa su un ingrediente di uso quotidiano che è efficace e sicuro: il bicarbonato di sodio. Non è un antitraspirante, quindi non va a chiudere i pori, ma si mescola al sudore formando una soluzione salina che non permette la crescita dei batteri che provocano l’odore sgradevole.

Troverete senz’altro tantissime altre ricette simili, questa è la base sulla quale lavorare con la fantasia per personalizzare la fragranza e la consistenza del proprio deodorante.

I materiali necessari:

  1. un pentolino d’acciaio, meglio se dedicato solo per le vostre preparazioni cosmetiche
  2. un cucchiaio,
  3. una bilancia, meglio se digitale
  4. il fornello della vostra cucina
  5. 1 o 2 vasetti da circa 50-100 ml: vanno benissimo i comuni vasetti con il tappo a vite, o anche i vasetti degli omogeneizzati per bambini opportunamente sterilizzati.

DeocremaGli ingredienti dunque sono i seguenti:

Burro di karitè 25 g

Olio di riso 25 g

Amido di riso 25 g

Bicarbonato 25 g

Olio essenziale di …. 8 – 10 gocce

Come si può notare, le quantità sono facili da ricordare poiché sempre le stesse, e se volete personalizzare il vostro deodorante potete cambiare olio e utilizzare olio di mandorle dolci (lenitivo e idratante), olio di sesamo (delicato e di facile assorbimento), olio di avocado (nutriente ed elasticizzante), olio di jojoba (il mitico olio che non unge troppo) … vanno tutti benissimo per la zona delicata delle ascelle.

oli-essenzialiLa scelta dell’olio essenziale può volgere verso diversi profumi:

  • fragranza fresca e balsamica come il tea tree, la menta, il niaouly
  • fragranza energizzante e agrumata come l’arancio, la litsea, la melissa
  • fragranza delicata e lenitiva come la lavanda, la palmarosa
  • fragranza dolce e sensuale come ylang ylang, patchouli, sandalo
  • mix di oli essenziali (lavanda-salvia, arancio-menta ecc..)

Come procediamo?

In un pentolino mettiamo a sciogliere a fuoco basso il burro di karitè.

Quando è sciolto togliamo dal fuoco e aggiungiamo l’amido di riso e il bicarbonato e mescoliamo bene aggiungendo a filo l’olio di riso.

Quando è tutto ben omogeneo aggiungiamo 8 – 10 gocce di olio essenziale prescelto e mescoliamo bene perché l’olio si disperda in maniera omogenea.

Versiamo il preparato in un vasetto ben sterilizzato, chiudiamo e mettiamo in frigorifero.

Ed ecco pronto il nostro deodorante!!!!!

Consiglio di utilizzarlo spalmandolo con una spatolina (o il dorso di un cucchiaio di plastica) da lavare accuratamente in modo da non “contaminare” il deodorante ad ogni utilizzo.

Ricordiamo sempre che il prodotto è privo di conservanti, quindi seppur si conservi bene poiché privo di acqua, è bene farne piccole quantità volta per volta in modo da averlo a disposizione sempre fresco.

Buona produzione a tutti!!!

Come sempre chiunque abbia bisogno di aiuto o di chiarimenti, mi trova molto volentieri a disposizione alla mail di contatto.