Fibre: un aiuto concreto contro il diabete

L’emporio ae si è sempre impegnato per promuovere una sana e corretta cultura alimentare. Lo abbiamo fatto attraverso i nostri strumenti di comunicazione, eventi e consigli in negozio. Ma presto partiremo con una nuova e importante iniziativa sviluppata assieme a Stefania Bertoni, biologa nutrizionista che già molti dei nostri lettori e amici conoscono. Per rimanere informato e ricevere preziosi consigli alimentari, inscriviti alla nostra newsletter.

Iscriviti

* dati richiesti
/ ( dd / mm )
Cosa ti interessa?

Tra le problematiche sanitarie su cui maggiormente incidono le scelte alimentari c’è sicuramente il diabete.

Qunado i valori cominciano a superare le soglie di allarme, ma non tanto da richiedere un intervento farmacologico, può essere sufficiente qualche variazione alle abitudini alimentari.

In particolare, se già non sono ben presenti nella dieta, vanno incrementate le quote di frutta, verdura e legumi e più in generale di fibre alimentari.

A confermarlo una recente ricerca condotta in Nuova Zelanda sotto il coordinamento di Andrew Reynolds, della National Heart Foundation, basata sul monitoraggio di 800 soggetti adulti affetti da diabete sia di tipo 1 che di tipo 2.

E’ emerso chiaramente che quando si assumono regolarmente fibre con la normale alimentazione, si osserva una riduzione significativa della mortalità prematura rispetto a quanto si vede in chi assume poche fibre.

In particolare, se si portasse l’assunzione giornaliera di fibre a 35 grammi al giorno contro i poco meno di 20 che rappresentano la media della popolazione in Nuova Zelanda, si ridurrebbe del 35%, quindi di oltre un terzo, il rischio di andare incontro a morte prematura.

Il consiglio è qundi di assumere una buona quantità di frutta e verdura (meglio non frullata) e legumi. Inoltre sarebbe importante assumere pane, riso e pasta integrali.

E’ evidente come queste semplici misure, oltre ad aiutarci a controllare la glicemia, sarebbero utili anche per controllare il colesterolo e il sovrappeso.

Con questo tipo di scelte i benefici si osservano soprattutto nella fase successiva al pasto, che è di norma quella in cui si registrano un fisiologico aumento della glicemia, dell’insulina e dei lipidi (i trigliceridi).

In generale è consigliabile l’assunzione di fibre per circa 30-35 grammi al giorno, che in linea di massima equivalgono ad un piatto di legumi o di pasta e legumi 2-3 volte la settimana, uno o due abbondanti piatti di verdura nella giornata e due-tre pezzi di frutta al giorno.

RIMANI AGGIORNATO SU QUESTO ARGOMENTO E SU TANTI ALTRI!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI UN E-BOOK GRATIS!

Iscriviti

* dati richiesti
/ ( dd / mm )
Cosa ti interessa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.