Intonaci e finiture in terra cruda

Rubrica


soluzioni sostenibili per la casa

di Ramona Roccheggiani

L’intonaco in terra cruda può essere considerato a tutti gli effetti ideale per la bioedilizia sia per il basso impatto ambientale in quanto il materiale richiede poca energia per la produzione ed è riciclabile e facilmente smaltibile in natura, che per le sue prestazioni tecniche; leggi e scoprine le caratteristiche principali!

Intonaci e finiture in terra cruda

La terra cruda è senz’altro uno dei più antichi materiali da costruzione utilizzati dall’uomo ed è composta da argilla semplicemente mescolata a degli inerti.

In genere l’argilla viene prelevata al di sotto del terreno arabile, almeno a 70 cm di profondità anche perché in superficie il terreno risulta avere un PH piuttosto basso a causa probabilmente delle piogge acide che la rendono attaccabile da funghi che si sviluppano in ambienti con ph  compresi tra 4,5 e 6,5.

Gli strati di terreno vengono distinti in base alle dimensioni delle sostanze che li compongono e sono suddivisi in 5 categorie:

le prime quattro, pietre ,ghiaia, sabbia e limo sono caratterizzate da scarsa capacità di coesione, mentre l’ultimo strato, appunto l’argilla di dimensione inferiore a 0,02 mm è una sostanza colloidale, e quindi ha la capacità di trattenere acqua rigonfiandosi.

Esistono molti tipi di argille, le più pure sono di colore bianco, ma più spesso, si legano ad altre sostanze come il quarzo, i feldspati, mica , o agli ossidi di ferro (come le ocre), ecc., ed essendo impure, assumono caratteristiche diverse, spesso cedute dalle sostanze a cui si legano e possono ad esempio assumere diverse colorazioni: grigie , azzurre o nere, gialle, rosse, brune o verdastre.

Tutte le argille presentano un alto grado di plasticità, se impastate con acqua possono essere trasformate in una massa modellabile, che seccandosi indurisce subendo una considerevole riduzione di volume, ed in quanto colloide reversibile, può riassumere la plasticità se nuovamente bagnata e modellata e tale è una caratteristica interessate dal punto di vista della lavorabilità del prodotto finale.

Come materiale da costruzione l’argilla funge da legante, mentre le sabbie o altri inerti o elementi vegetali che possono essere inseriti nel composto, fungono da “ossatura” e permettono al conglomerato di esiccare e ritirare in modo controllato.

In funzione della destinazione del composto poi le mescole possono variare, ma è interessante sapere che avendo un PH neutro la terra cruda è compatibile con qualsiasi altro materiale da costruzione.

Il suo uso si è diffuso in tutti i continenti, adattandosi ai climi più diversi, alle diverse risorse del luogo, alle economie locali. Una incredibile varietà di tradizioni costruttive legate all’uso della terra si è diffusa in tutto il mondo, costituendo un incredibile patrimonio culturale. E non si tratta solo di costruzioni povere, realizzate in mancanza di altre risorse come pietra o legno ma anche di opere importanti dal punto di vista architettonico di cui abbiamo esempi dall’Egitto all’Afganistan, dal Perù all’argentina, Messico e California, fino alla Muraglia cinese ed ai monasteri Tibetani..

Le Marche possono vantare moltissime testimonianze di edifici realizzati con la tecnica della terra impastata con la paglia che negli anni sono anche state oggetto di recupero e valorizzazione.

I campi di applicazione in edilizia sono svariati

  •  per la realizzazione di murature di tamponamento e massetti;
  • come pannelli prefabbricati per divisori e tramezzature;
  • per riempimenti in forma disaggregata;
  • per gli intonaci e le finiture.
  • per pavimentazioni

L’applicazione più frequente però rimane quella legata ad intonaci e finiture.

Tecnicamente si tratta di un materiale che aderisce esclusivamente per presa di tipo meccanico su tutti i supporti anche grazie ad eventuali ponti di adesione.

L’applicazione può essere fatta a mano o a macchina con normali macchine intonacatrici, per ottenere spessori elevati è necessario applicarla in strati successivi avendo cura di far asciugare di volta in volta lo strato precedente.

I tempi di asciugatura variano in funzione delle condizioni di temperatura ed umidità, e comunque sono superiori in genere ai tempi di asciugatura di prodotti premiscelati cementizi che spesso contengono additivi per velocizzare queste fasi.

A differenza di questi ultimi però, un intonaco in argilla opportunamente inumidito può essere sempre rimodellato e rilavorato.

L’intonaco in terra cruda può essere considerato a tutti gli effetti ideale per la bioedilizia sia per il basso impatto ambientale in quanto il materiale richiede poca energia per la produzione ed è riciclabile e facilmente smaltibile in natura, che per le sue prestazioni tecniche.

Vai in fondo alla pagina per richiedere un sopralluogo e una consulenza gratuita!

Tra i le caratteristiche più importanti voglio sottolineare quelle che influiscono maggiormente sul benessere indoor:

Temperatura ed umidità I primi due fattori che regolano il comfort abitativo sono sicuramente la temperatura e l’umidità. Un luogo confortevole dovrebbe essere in grado di mantenere un temperatura pressoché constante con un’umidità relativamente bassa.
Una parete in argilla può essere considerata un vero e proprio polmone termo-igrometrico.
Oggigiorno il metodo più utilizzato è quello di installare un condizionatore d’aria, il rendimento di queste apparecchiature però, dipende molto dai materiali e dai sistemi con i quali la casa è costruita. Oltre al noto isolamento termico un fattore altrettanto importante per mantenere la temperatura costante è l’inerzia termica. Cos’è l’inerzia termica? È la capacità di un materiale di accumulare calore e di opporsi al suo passaggio. Tale caratteristica dipende principalmente dalla massa del materiale e dalla capacità di trasmettere il calore. Una parete con una buona inerzia termica sarà in grado di assorbire e rilasciare calore in una stanza attenuando gli sbalzi termici dell’ambiente esterno ottimizzando il rendimento delle apparecchiature di climatizzazione.

Acustica

Il rumore è un fattore che incide molto sull’abitabilità degli edifici. Un buon ambiente deve essere si isolato dai rumori che provengono dall’esterno e da altre stanze vicine, ma deve anche assorbire i suoni prodotti all’interno della stanza per evitare il riverbero ed il classico effetto eco. Realizzare pareti con mattoni crudi ad esempio permette un buon isolamento dai rumori unito ad un’ottima fonoassorbenza.

Aria

L’argilla cruda ha la particolare proprietà di catturare polvere e cattivi odori mantenendo l’aria pulita e salubre. Questo effetto si può ottenere, oltre che con i classici intonaci in argilla, realizzando delle pareti a facciavista con mattoni crudi fatti a mano ed essiccati al sole naturalmente-

 Campi elettromagnetici

La proprietà più singolare dell’argilla cruda è quella di riuscire ad abbattere notevolmente i campi elettromagnetici. Secondo gli studi del professor Schneider, dell’istituto militare di Monaco di Baviera, 2.5cm di intonaco d’argilla elimina il 75% delle radiazioni sviluppate da un impianto di alta tensione. Un muro costruito con normali mattoni in argilla cruda ne elimina addirittura il 98%. Costruire utilizzando l’argilla significa quindi ridurre l’inquinamento elettromagnetico creando un ambiente sano in cui vivere.

Dal punto di vista estetico le finiture di argilla sono estremamente piacevoli, contribuiscono a creare ambienti rustici o anche estremamente raffinati con colorazioni esclusivamente naturali.

Gli intonaci e finiture di argilla si prestano ad essere utilizzati in interventi di autocostruzione ed in ogni tipo di supporto in edifici nuovi o anche in ristrutturazione.

Fonti:

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI NAPOLI “FEDERICO II” Facoltà di architettura I Dipartimento di Attuazione e Configurazione dell’Architettura Dottorato di Ricerca in Tecnologia dell’Architettura ciclo XVII Materiali costruttivi a basso impatto ambientale: La Terra Cruda TERRAGENA

 

Consulenza gratuita

Ramona Roccheggiani, per i clienti de l’emporio ae, mette a disposizione un sopralluogo gratuito e senza obbligo di acquisto, così da valutare al meglio la problematica e la soluzione.

Per fruire dell’opportunità basta compilare questo modulo.

Rimani aggiornato su questo argomento e su tanti altri!

Iscriviti alla newsletter e ricevi un e-book GRATIS!

Iscriviti

* dati richiesti
/ ( dd / mm )
Cosa ti interessa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.