Le virtù delle ciliegie e qualche buon consiglio

Le ciliegie, oltre ad essere buone, contengono tante proprietà e poche calorie: 100 grammi di ciliegie fresche forniscono al nostro organismo circa 40 calorie, un apporto paragonabile a quello di una mela o di una pesca.

Sono ricche di vitamine (soprattutto A, C e quelle del gruppo B), sali minerali e oligoelementi (in particolare il potassio, calcio, fosforo, rame). Contengono, concentrate nella buccia, sostanze antiossidanti e antinfiammatorie, in maggiore concentrazione quanto più la buccia è scura.

Ideali per gli sportivi, sia perchè sono energetiche, sia perché facilitano il recupero muscolare dopo l’esercizio fisico, contribuendo anche a ridurre il dolore che spesso segue l’affaticamento. Comunque, in generale sono utili in caso di stress e spossatezza.

Il succo di questo frutto è utile contro le infiammazioni e alla salute del cuore, contribuendo ad abbassare la pressione del sangue. Contenendo melatonina naturale possono favorire il sonno. Aiutano a depurare il fegato e a regolare la sua attività. Inoltre sono un frutto diuretico e leggermente lassativo, quindi particolarmente utili in caso di stipsi. 

Quante mangiarne?

Per valorizzarne la capacità depurativa e disintossicante, si consiglia di mangiarne intorno alle 25 ogni giorno nel periodo in cui sono di stagione. Meglio se al mattino, dopo il digiuno notturno, accompagnate da molta acqua. 

Il consumo di questo frutto, se non si hanno specifiche allergie, non ha particolari controindicazioni, ricordando però le proprietà lassative che possono avere qualche effetto indesiderato a fronte di una scorpacciata eccessiva.

Come conservarle

Le ciliegie sono un frutto delicato. Vanno conservate in frigo, ma nella parte meno fredda, in un sacchetto di carta o in un cestino, in modo che l’aria possa circolare, per evitare muffe e marciumi. 

Consigli di lettura

Stagionalità e utilizzi

Dalle nostre parti, si trovano fresche tra maggio e giugno, ma possono entrare in tante preparazioni per essere consumate in altri periodi dell’anno: composte, conserve, sciroppi, liquori, frutta sciroppata, gelati, yogurt e dolci di vario genere. 

Al di là degli usi alimentari, possono entrare nella preparazione di cosmetici.

Ecco qualche preparazione che potete realizzare in casa. Oltre ad essere divertenti vi permetteranno di godere del gusto delle ciliegie anche quando finirà la loro stagione.

Confettura

Ciliegie sciroppate

Liquore cherry

Qualche idea per riutilizzare i noccioli

Mangiandone tante, magari in compagnia di amici, oppure preparando una confettura o un dolce, è possibile mettere insieme una bella quantità di noccioli. Ecco qualche idea creativa per utilizzarli. 

Ma prima, volete conoscere un trucco per denocciolare le ciliegie velocemente?

Coltivare un ciliegio

Il primo utilizzo è il più naturale. Ricordatevi di scegliere un frutto non ibrido, altrimenti sarà necessario innestare la pianta.

Il seme può essere conservato per essere piantato in inverno, a due centimetri dalla superficie. I tempi di germinazione del seme possono essere piuttosto lunghi, anche di un anno, perciò continuate ad annaffiare senza scoraggiarvi.

Cuscinetti termici

Si trovano ormai anche in commercio. Sono cuscinetti antidolore realizzati con tessuti naturali. Possono essere riscaldati su una fonte di calore e utilizzati per dolori muscolari, contratture, cervicali ecc.

Ecco un tutorial su come realizzarli

Liquore di noccioli di ciliegie

Con i noccioli delle ciliegie è possibile realizzare anche un liquore. Occorrono i noccioli di 2 kg di ciliegie e alcol alimentare a 90°. Alla preparazione si possono aggiungere anche foglie di ciliegie la cannella. Dopo la macerazione, la preparazione può essere completata aggiungendo sciroppo.

Qui trovate una ricetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.