Mense bio più care? Indagine di AIAB Liguria dimostra che costano solo 13cent in più

Costibio-150x150Con l’inizio del nuovo anno scolastico, torna alla ribalta anche il tema della mensa scolastica, soprattutto dopo l’indagine di AltroConsumo sulle mense scolastiche italiane, secondo cui in due casi (nelle scuole Andersen e Cantore a Genova) sono state riscontrate tracce di un pesticida vietato in Europa, il Dichlorvos.

Nelle linee guide nazionali per la ristorazione scolastica c’è esplicito riferimento all’utilizzo di prodotti provenienti da agricoltura biologica come strumento per dare la massima garanzia sulla qualità e sul corretto apporto nutrizionale, nonché per proporre alimenti che siano forniti nel rispetto della stagionalità, del territorio e dell’ambiente.

È con questo spirito che si inseriscono alcune azioni del progetto “PROMOBIOLIGURIA”, un progetto-pilota per la promozione del bio nella ristorazione collettiva biologica, proposto della Regione Liguria, finanziato dal MIPAAF nell’ambito del programma di Azione Nazionale per l’Agricoltura Biologica, e che ha vede in prima linea nella realizzazione anche AIAB e Unioncamere Liguria.

In particolare AIAB Liguria, capofila del progetto, in collaborazione con Liguria Biologica, ha svolto un interessante studio sulla ristorazione collettiva biologica in due scuole liguri. L’indagine “Settimana bio in mensa” si è svolta con la somministrazione di 1.050 pasti, per la cui preparazione sono stati utilizzati prodotti biologici.

Tra le informazioni, molto utili alle famiglie ma anche per le stesse istituzioni, sono emerse quelle in relazione all’incidenza sul bilancio della refezione scolastica dell’introduzione di prodotti bio nei menù. L’uso (80%) di ingredienti bio, ove possibile locali, incide solo di alcuni centesimi sul prezzo finale del pasto (50% di ingredienti bio, costa in più solo 13cent. a pasto). Una buona notizia da contrapporre all’alibi del costo più elevato del biologico. Attualmente, le mense scolastiche biologiche sono centinaia (742 nel 2010.Fonte BioBank). Dai dati della 17a edizione dell’annuario del biologico Bio Bank di fatto, risulta un progressivo incremento (35% – 2005/2010) di mense scolastiche che nel loro capitolato inseriscono i prodotti biologici come alimenti principali dei loro pasti. A fare la parte del leone è soprattutto il nord, dove si concentra oltre il 70% di tutte le mense bio, mentre il centro si ferma al 20% e il sud solo al 10% (Fonte:Report progetto iPOPY Innovative Public Organic food Procurement for Youth – luglio 2010)

via INDAGINE AIAB LIGURIA: MENSE BIO.