Palazzolo: Utilizzo di prodotti locali certificati per mensa scolastica

Palazzolo: Utilizzo di prodotti locali certificati per mensa scolastica

19 Ottobre 2010

E’ stato affidato ad una ditta di Palazzolo il servizio di mensa scolastica per le scuole dell’infanzia del paese. Il bando quest’anno è stato concepito non su una gara a massimo ribasso, bensì in base ai punti: maggiori punti in graduatoria sono stati riservati ai prodotti che vengono utilizzati dalla ditte per la preparazione dei pasti.Il punteggio più alto, il bando lo prevedeva per coloro che preparavano prodotti a marchio Dop, Doc, Igp, prodotti biologici o prodotti tipici locali, cioè realizzati e ottenuti in aziende ricadenti nei sette comuni dell’Unione “Valle degli Iblei”, con la presentazione di dichiarazione scritta e protocollo d’intesa sottoscritto con i produttori, in cui dimostrare chi sono i fornitori e quali tipi di prodotti verranno utilizzati; toccherà poi al servizio comunale competente verificare l’uso di questi prodotti a servizio mensa, verificare con le scuole la fatturazione mensile che verrà allegata e che certifica l’acquisizione dei prodotti dalle aziende locali.

Un altro aspetto importante del bando di quest’anno è legato alla salubrità e all’aspetto igienico sanitario delle mense. Il bando infatti prevedeva un punteggio più alto per la ditta che proponeva con maggiore frequenza l’applicazione delle procedure delle H.A.C.C.P. per la verifica della carica batterica sia nei cibi che nelle cucine. L’aggiudicatario ha preso l’impegno di fare verifiche settimanali.

“Questo bando – spiega il sindaco Carlo Scibetta – è basato su due aspetti importanti, la qualità e la tipicità dei prodotti utilizzati per la cottura e proposti ai bambini e la maggiore sicurezza dal punto di vista della salubrità dei prodotti. Un’altra novità che avremmo nelle nostre mense, prevista dai bandi, è l’uso obbligatorio dell’acqua della rete idrica che sarà fornita a tavola dopo essere stata filtrata per eliminare il cloro con filtri a carboni attivi che saranno applicati nei rubinetti delle mense scolastiche”.