#MutAzioni

Vai all’elenco dei contributi

Cosa ci attende alla fine di questa esperienza con la pandemia? Come sarà il mondo? Come saremo noi? Come muteranno le nostre relazioni e le nostre abitudini? Cambieranno i nostri valori di riferimento e il nostro modo di pensare?

Lo stiamo pensando in tanti: molte cose non saranno più come prima. Ma se proviamo ad immaginare il futuro, nel semi-isolamento di queste settimana, molti di noi alternano speranze e paure. Dai timori per la crisi economica alle aspettative verso migliori relazioni umane, dalle preoccupazioni per un maggiore “controllo sociale” all’auspicio di una riscoperta di valori etici…

Non ci possono essere risposte univoche, tanto meno certezze, perché gli esiti di una crisi non sono già determinati mentre la trasformazione è in corso. E’ il modo in cui la crisi viene affrontata e pensata che determinano gli esiti e il futuro che ne uscirà.

Per questo è importante, già oggi, mentre stiamo ancora gestendo l’emergenza, dedicare un po’ di energie a pensare al DOPO, a cercare di immaginarlo, perché in questo modo contribuiremo a dargli una direzione.

Abbiamo interpellato alcune persone per avviare una riflessione collettiva. Persone che possono offrirci punti di vista interessanti, idee e suggestioni. Abbiamo chiesto loro di aiutarci ad immaginare il mondo che sarà e di offrire stimoli ad un rinnovato impegno per “cambiare la storia”!

In tanti hanno già risposto all’appello, mettendosi a disposizione.

Pubblicheremo man mano in queste pagine i contributi che ci arriveranno. Nei prossimi giorni valuteremo se attivare anche altri strumenti di condivisione e come allargare la riflessione.

I contributi raccolti

Gabriele Darpetti – Gli insegnamenti di questo tempo (di coronavirus), e il contributo dei cattolici.

Luciano Benini – La normalità era il problema

Paolo Chiavaroli – La verità torna in scena

Alberto Di Martino (a cura di) – L’economia prima e dopo

Michele Gliaschera – 32 ore settimanali di lavoro a parità di salario

Michele Paolini – Figli, fare rete e amore

Daniele Tagliolini – Ripartire sì, ma da dove?