Natural Mente – Prepararsi all’inverno (pt. 3)

RUBRICANatural mente” di Mirella Torelli

PREPARARSI ALL’INVERNO (PARTE 3)

inverno

Con l’ inverno ormai veramente alle porte il nostro ulteriore compito sarà quello di mettere al riparo le vie respiratorie dalle aggressioni di correnti fredde, sbalzi termici e agenti patogeni. La partita della prevenzione naturale, in questo caso, si giocherà non solo assumendo i rimedi erboristici più indicati ma mettendo in atto strategie comportamentali semplici ma proprio per questo estremamente efficaci. Le principali:

  • Lavarsi le mani.…..lavarsi spesso le mani!
  • Evitare di portare le mani alla bocca o al viso; anche se apparentemente pulite, ogni qual volta ci si trova in ambienti affollati così da non veicolare i germi.
  • Inspirare a bocca chiusa quando ci si trova all’aperto.
  • Proteggere anche le orecchie quando ci si trova all’aperto e, specie per i più piccini, anche in ambienti chiusi ma affollati a rischio. Nel secondo caso utilizzando non più cappellini o cuffiette quanto piuttosto batuffoli di cotone.
  • Vestirsi in modo tale da evitare di avere freddo ma anche di sudare. Anche questo è un suggerimento rivolto ai bimbi o ancor di più alle loro mamme.
  • Seguire un regime alimentare adeguato.
  • Umidificare gli ambienti.

Dopo queste indicazioni solo apparentemente scontate sarà Mamma Natura che come sempre si prenderà cura di noi anche in inverno. Ma prendersi cura di noi significa occuparsi anche dell’ambiente in cui passiamo le nostre giornate, domestico e lavorativo, “igienizzandolo” grazie agli Oli Essenziali che diffonderemo in esso. Potremo scegliere quello o quelli che più aggradano il nostro olfatto tra Menta, Eucalipto, Limone, Pino Silvestre, Litsea, Cannella, Incenso, Cipresso, Chiodi di garofano, Benzoino Lavanda e Timo. Le loro proprietà balsamiche, antisettiche ed espettoranti saranno benefiche sia diffuse, anche per mezzo di un umidificatore, sia inalate tramite suffimigi. Tre gocce di O.E. di Mandarino e quattro di Bergamotto diluite in poco olio di Mandorle Dolci o di Sandalo andranno invece massaggiate su polsi, base della nuca e pianta dei piedi.

La miglior prevenzione possibile, per la patologie da inverno, ce la donano i Gemmo Derivati che, grazie al connubio tra forza terapeutica e dolcezza di approccio, risultano notevolmente efficaci sia nel breve che nel lungo periodo. L’associazione tra Ribes Nigrum, Rosa Canina, Abies Pectinata, Betula Verrucosa Gemme e Fagus Sylvatica ha un effetto immunostimolante, vitaminizzante, mineralizzante e drenante che svolge un’azione completa atta a rinforzare l’organismo da vari punti di vista. Ne assumerete per cicli di 2-3 mesi fino alla primavera.

Un’ottima soluzione preventiva per affrontare l’inverno ci viene anche da una Miscela idroalcolica composta da Echinacea, Salice, Propoli, Spirea Verbena e Centaurea. La sua azione antisettica, immunostimolante ma anche antiinfiammatoria e antipiretica ne fanno un utile supporto anche in presenza di sintomi in fase iniziale.

Tra i Decotti e gli Infusi quello di Tiglio preparato con rami giovani fatti bollire per almeno un’ora. Quello di fiori di Papavero che si ottiene mettendone a bollire 5gr in 250gr di acqua. Di entrambi sarà sufficiente un bicchiere al giorno. Stessa cosa per l’infuso di Sambuco che però berrete prima di coricarvi. Si ottiene facendone bollire due cucchiai in una tazza di acqua calda per un minuto. Speciale in aroma ed efficacia il mix che comprende fiori di Tiglio, Sambuco e Calendula; bolliti sempre per un minuto in mezza tazza d’acqua e bevuti caldi con del miele o della melata.

La Tisana più sfiziosa che vi consiglio è quella allo zenzero. Ne farete bollire la radice fresca in acqua per 10 minuti e la berrete dolcificata con del miele prima di coricarvi. Sempre con il nostro amico zenzero potremmo ottenere una tisana dall’azione diuretica e stimolante dei reni. In questo caso utilizzeremo la buccia che riveste la radice facendola sobbollire sempre per 10 minuti.

Passando agli Sciroppi uno pregevole che potrete autoprodurvi è quello di cipolla. Si prepara con un chilogrammo di cipolle bollite per tre ore in 300gr di miele, 750 gr di zucchero grezzo di canna biologico e 1l di acqua. Il composto ottenuto si filtra e si conserva in una bottiglia di vetro in luogo fresco e non umido. Se non avete tempo di fare in casa, in commercio esistono ottimi sciroppi naturali come quelli a base di Drosera o di lamponi e bava di lumaca…provare per credere!

Gli Oligoelementi di rinforzo nella prevenzione dei disturbi da raffreddamento sono Rame e Oro di cui non indico la posologia perché essa va individuata e gestita nel singolo caso.

Prendete la buon abitudine di assumere nell’arco di tutta la giornata delle caramelline di Propoli o in alternativa di spruzzarvi dell’Argento colloidale nel cavo oro faringeo così da renderlo protetto e schermato dalle aggressioni esterne!

Leggi gli altri articoli della rubrica “Natural Mente”