Pane Amore e Sophia – Il legame fra comico e tragico, spunti da David Grossman

dalla Rubrica “Pane Amore e Sophia” di Melissa Vallesi

Comico“C’è sempre un legame fra comico e tragico… è quel qualcosa che ci tocca e che ci fa capire della nostra vita ciò che ci era rimasto nascosto fino a quel momento. Nella maggior parte dei casi capita di vivere una tragedia, lo è certamente la Shoa, ma anche situazioni più private. Tuttavia gli esseri umani, pure in situazioni tragiche riescono a ritrovare la capacità di sorridere. Non si lasciano soggiogare dalla tragedia e non lasciano che la tragedia li definisca come esseri umani”.

David Grossman, graditissimo ospite a Futura Festival, mette in luce il legame tra tempo della tragedia e tempo vissuto nel quale è possibile esprimere la propria unicità.

Il tempo della tragedia è sì un presente assoluto “hic et nunc” ma di fronte ad esso gli esseri umani non perdono il loro potere di autodeterminazione.

Di fronte alla necessità immutabile, la volontà e la libertà si ribellano aprendo lo spazio ad alternative impreviste.

Ed è proprio la forza di questa contraddizione a generare una sorpresa, un errore nel sistema che scatenano la comicità.Comico(1)

Una società in cui tutti ridessero continuamente sarebbe noiosa o stupida non credete? La capacità di sorridere è straordinaria, fuori dal normale, dall’abitudinario, dal necessario.

È uno spiraglio di speranza quale atto di unicità che ognuno di noi riscopre da sé in momenti diversi e straordinari della propria vita.

Leggi gli altri articoli della rubrica “Pane Amore e Sophia”