Pane Amore e Sophia – Politica!

RUBRICA | Pane Amore e Sophia di Frida Neripolitica

2 giugno, festa della Repubblica. La res pubblica: la cosa pubblica, di tutti, Prima di arrivare alla dimensione dello stato, c’è quella molto più intima e vicina della città, della piazza, di ciò che ci permette di aderire, di sentire appartenenza ai luoghi, alle tradizioni, alle dimensioni. Le strade, come queste si iscrivono nel paesaggio, i colori delle case. La cosa pubblica è quindi il nostro spazio vitale, in cui incontriamo gli altri che con noi condividono questo spazio e le sue infinite relazioni; ed abitarlo è prima di tutto un atto politico. Politico? Che cosa è la politica?

Politica: “che attiene alla città” e quindi a noi, i suoi abitanti. I partiti, le elezioni, le strutture di un governo che via via si specializza; sono una derivazione secondaria, una delle forme di partecipazione che però inizia da qui: abitare.

E la cura, la dedizione, dovrebbero essere le stesse se non maggiori, alla cura e la dedizione con cui abitiamo la nostra casa, lo spazio vitale individuale, intimo.

Fare politica, quindi, è originariamente una declinazione del verbo essere, essere insieme.

Leggi gli altri articoli della rubrica “Pane Amore e Sophia”