Amicosmetico – Pomata naturale fai da te

crema_solidificatadi Monia Bertacchini

Abbandoniamo per un po’ le spiegazioni scientifiche e lanciamoci insieme nella creazione di un vero cosmetico.

La ricetta che vi propongo è davvero molto semplice, ma decisamente è un prodotto utilissimo, qualcosa da avere sempre a portata di mano.

Faremo una pomata molto nutriente, emolliente e lenitiva, che nella sua semplicità racchiude preziose e molteplici proprietà.

La strumentazione da procurasi è la seguente:

  1. un pentolino d’acciaio, meglio se dedicato solo per questa preparazione
  2. un cucchiaio,
  3. una bilancia, meglio se digitale
  4. il fornello della vostra cucina
  5. 3 o 4 vasetti da circa 50-100 ml: vanno benissimo i comuni vasetti con il tappo a vite, o anche i vasetti degli omogeneizzati per bambini opportunamente sterilizzati.

cera-apiLe materie prime per la preparazione sono invece le seguenti:

  1. Cera d’api vergine (acquistabile presso un qualsiasi apicoltore o in erboristeria o online su appositi e-shop) circa 12 g
  2. Olio di mandorle dolci (facilmente reperibile in erboristeria ma anche al supermercato)circa 100 ml
  3. Olio di riso (facilmente reperibile in erboristeria ma anche al supermercato) circa 100 ml
  4. Olio essenziale di lavanda (o altra profumazione da voi preferita) poche gocce

Eccoci allora alla preparazione, pesiamo all’incirca 12 g di cera d’api vergine, e mettiamola nel pentolino scaldando a fuoco lento. Quando la cera d’api sarà tutta sciolta e quindi limpida, aggiungiamo a filo l’olio di riso (100 ml) continuando scaldare a fuoco lentissimo e mescolando; aggiungiamo poi sempre a filo l’olio di mandorle (100 ml) continuando scaldare a fuoco lentissimo e mescolando qualche secondo, poi spegniamo il fuoco.

Ora attendiamo giusto qualche istante e, continuando a mescolare lentamente, aggiungiamo qualche goccia di olio essenziale di lavanda, direi che per la nostra preparazione possono bastare 15 o 20 gocce.

RisoLa profumazione dovrebbe essere molto delicata, e se volete, potete sostituire l’olio essenziale di lavanda con un altro olio essenziale comunque delicato: Arancio Dolce per un profumo agrumato, Niaouly per un profumo fresco

Quando la preparazione è ancora calda e soprattutto liquida, versiamola nei vasetti perfettamente asciutti e lasciamola raffreddare.

Otterremo una pomata semisolida, molto nutriente ed emolliente per le pelli delicate e screpolate, adatta anche alle pelli dei più piccolini (consigliatissima per il cambio pannolino!!), adatta per essere usata come burro cacao, lenitiva per le punture d’insetto, piccole scottature, pelli indurite dal lavoro manuale e dal freddo.

Nella sua versione con l’olio essenziale di Niaouly, caratterizzato dal fresco profumo, rilassante e antibatterico, può essere un ottimo doposole, che esplica sulla pelle umida le sue migliori proprietà: l’acqua veicola gli oli preziosi di mandorle e riso all’interno della pelle mentre la cera d’api nutre in profondità, dona tono ed elasticità.

mandorle 01Una pomata da tenere in borsetta o nel cassetto … sempre a portata di mano, un multiuso cosmetico davvero efficace e data la semplicità, da poter fare tranquillamente a casa.

Questo prodotto è nato per la prima volta nella mia cucina, quando con mio marito cercavamo il modo per fare qualcosa di delicato per la nostra bimba, che soffriva di dermatite atopica. L’ho usata tantissimo per il cambio pannolino e la uso tutt’ora quando la pelle ha bisogno di un nutrimento profondo.

Chiunque abbia bisogno di aiuto o di chiarimenti, mi trova molto volentieri a disposizione alla mail di contatto

Buon proseguimento a tutti!!!