Cucinando… Il riso integrale

Risodi Danilo Caporaletti

Tra i cereali, è quello più equilibrato. Il riso (Oryza sativa) appartiene alla famiglia delle Graminacee, come frumento, orzo, avena e segale. Contiene una discreta quantità di proteine, grassi, sali minerali come silicio, fosforo, potassio, magnesio, fibra e vitamine del gruppo B.

Appena vengono raccolti, i suoi chicchi presentano un rivestimento esterno costituito da diversi strati. Il primo è la lolla, un involucro non commestibile che viene asportato per sfregamento con un apposito macchinario, ottenendo così il riso integrale, ottimo dal punto di vista nutrizionale perché è nutriente, si assimila lentamente e fa funzionare meglio il nostro intestino.

Purtroppo il riso viene prevalentemente consumato nella forma raffinata, ovvero bianco, dove crusca e germe sono rimossi e viene lasciato soltanto il nucleo amidaceo. Questo processo di sbiancatura impoverisce enormemente il chicco delle sue preziose qualità nutrizionali; infatti vengono drasticamente ridotte sostanze come fibra, vitamine B1, B3 e B6, acidi grassi preziosi, minerali come manganese, fosforo e ferro.

A chi non piace il sapore dell’integrale, o non ha voglia di attendere i 40 minuti circa necessari per la cottura, suggerisco come buon compromesso l’utilizzo del semintegrale.

Oltre a prestarsi a molteplici preparazioni culinarie, infine, ha anche proprietà curative. La crema di riso integrale, in particolare, è un antinfiammatorio, utile nei casi di infiammazioni intestinali.

Vi propongo una ricetta che prevede utilizzi differenti di questo cereale: la base è un riso integrale all’ortica, servito su una crema di riso e guarnito con delle cialde…sempre di riso!!!

 

TrilogiaTrilogia di riso

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

400 g di Riso baldo integrale biologico

N.10-15 foglie di Ortica

2 spicchi di Aglio,

350g latte di Soia

1 cucchiaino pistilli di Zafferano, ½ cucchiaino di Curcuma

1 cucchiaio burro di Soia

2 cucchiai Olio e.v.o. (extravergine di oliva)

Sale marino integrale e Peperoncino q.b.

 

PROCEDIMENTO

Per il riso all’ortica

Lavare 280g di riso, metterlo in un tegame con 600g di acqua fredda; al bollore salare e cuocere 40 minuti. Nel frattempo lavare e tritare l’ortica indossando dei guanti; soffriggere l’aglio tritato in una padella leggermente unta, aggiungere l’ortica, sale, peperoncino e cuocere 5-10 minuti aggiungendo un po’ di acqua. Ripassare il riso nel tegame con l’ortica e fare insaporire, aggiungendo eventualmente un po’ di acqua o brodo vegetale.

Per la crema di riso

Lavare 80g di riso, metterlo in un tegame con il latte di soia; al bollore aggiungere sale, curcuma e zafferano e cuocere finché non si è assorbito tutto il liquido. Frullare con minipimer fino a ottenere una crema, allungando con dell’acqua o brodo vegetale se troppo densa.

Per le cialde di riso

Cuocere 40g di riso e condirlo con 2 cucchiaini di olio evo; riscaldare il forno a 180 gradi e preparare 2 fogli di carta forno delle dimensioni della placca. Versare il riso sulla placca coperta da uno dei due fogli e coprire con l’altro foglio stendendolo sottilmente. Infornare per 10 minuti, togliere il secondo foglio e lasciare in forno altri 10 minuti a far dorare.

 

IMPIATTAMENTO

Comporre il piatto versando un po’ di crema di riso al centro e stenderla con un cucchiaio; adagiare sopra il riso all’ortica aiutandosi con un coppapasta. Appoggiare sopra il tortino di riso due pezzetti di cialda e terminare con delle gocce di burro di soia sulla crema allo zafferano.